Introduzione

Convergenza IT/OT

 

Uno degli aspetti di cui si parla ancora troppo poco è l’impatto che la digitalizzazione sta avendo all’interno delle organizzazioni aziendali.

I reparti produttivi, infatti, sono tradizionalmente restii ad adottare tecnologie che non siano più che consolidate e che non abbiano un orizzonte di utilizzo inferiore a qualche decennio.

Meglio, poi, se sono basate su “ferro”. Questa diversa mentalità ha storicamente reso complicati i tentativi di dialogo tra chi opera nei reparti IT e chi lavora nelle operations (OT).

Ma le cose, sin dall’inizio degli anni Duemila, stanno cambiando: l’affermarsi di controllori industriali costruiti su tecnologia PC-based, l’avvento di Ethernet nello shopfloor sono state le prime avvisaglie di un fenomeno che è oggi inarrestabile e che vede imporsi, anche in fabbrica, l’uso di tablet, app e altre “diavolerie” da sempre in uso nel settore IT.

Logica conseguenza è che, almeno nelle aziende più illuminate, chi lavora nei reparti produttivi inizi a chiamare i colleghi dei reparti IT, a chiedere loro qualche consiglio, a collaborare per gestire la digital transformation, soprattutto in alcuni ambiti che, per chi opera in produzione, risultano oggi ancora ostici.

 

DAI BIG DATA ALLE INFORMAZIONI

Il primo tema – apparentemente il più banale – è come gestire i big data che rischiano di diventare soltanto un oceano di bit senza senso, se non si intraprendono i giusti step necessari a trasformarli in informazioni concretamente fruibili.

 

LA CONTINUITA' OPERATIVA

Il secondo tema ha invece a che fare con una priorità tutta industriale, la continuità operativa: in ambito manifatturiero, soprattutto in determinati settori, ogni ora di downtime rischia di costare davvero troppo.

 

RIPARTIRE VELOCEMENTE

CONDIVIDI

Cerca nel sito

Effettua il login per consultare questa risorsa

Se non sei ancora registrato clicca qui, è gratis!